24 Settembre 2021
news

Scritte ignobili

29-08-2017 23:34 - ULTIMI AGGIORNAMENTI
Guardate le foto, questo è quanto appare ormai da tempo davanti all´ingresso dello Stadio Poggioloni di Caldine senza che nessuno abbia posto rimedio, non ultime le offese razziste comparse recentemente. Come vedete sono offese oltre che riconducibili alla nostra Società, vista la vicinanza al Centro Sportivo, anche a tutto il Paese e soprattutto alla memoria di milioni di persone sterminate nei campi di concentramento.
Pensiamo si sia passato il limite. Purtroppo la nostra realtà sportiva continua a non venire accettata a "casa propria", sappiate che queste ignobili scritte, che vanno oltre lo "sfottò sportivo", non fermeranno la nostra attività, anzi gli daranno ancora più forza e più voglia di rappresentare al meglio il nostro Paese ed il Comune di Fiesole nei campi sportivi di tutta la Provincia di Firenze. Cercheremo con qualsiasi iniziativa di essere più presenti nel territorio, di dare mano a chi ha bisogno, di partecipare e patrocinare iniziative con quelle Associazioni e Gruppi Sportivi del Comune che ne avranno voglia.
Da oltre due anni le nostre porte sono aperte agli atleti di Comuni, Nazionalità, Religione e credo politico diverso e continueranno ad essere aperte, anche se ciò ci viene fatto pesare in più di un´occasione.
Sono state avvertite da tempo le autorità e gli organi istituzionali. Le Forze dell´Ordine ci hanno detto che non è possibile presentare denuncia, in quanto il bene su cui sono state apposte le scritte è di altra proprietà (!?) Certo è che questi gesti non devono passare inosservati, prima di tutto per rispetto delle vittime della barbarie nazi-fascista, ma anche per rispetto di tutta la popolazione di Caldine e degli atleti de Suo Gruppo Sportivo.
Se non ci fermiamo a riflettere davanti a tali eventi, purtroppo è inutile continuare a fare sport, ma soprattutto che risposta diamo alle famiglie, ai ragazzi e ai bambini che frequentano il Centro Sportivo? Sapevamo che non era semplice fare sport ma non pesavano di arrivare a questo punto. Chi può rifletta, chi deve ponga rimedio.
Resta comunque una grande amarezza. #avanticaldine #avantigscaldine





Fonte: Gsc-press

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio